Dai primi sintomi della presbiopia alla correzione di questo difetto visivo

Conosciamo la presbiopia

Ti stai avvicinando alla soglia dei 50 e ti sembra di aver bisogno di braccia più lunghe per leggere agevolmente il giornale? Dopo una giornata di lavoro al pc ultimamente accusi un lieve ma fastidioso mal di testa?

Se hai risposto sì a queste due domande è probabile che tu stia manifestando i primi sintomi della presbiopia e che questa condizione stia entrando a far parte della tua vita.

Per quanto i suoi sintomi siano fastidiosi, e ti porteranno a modificare alcuni aspetti della tua routine, questa parola non deve spaventarti. La presbiopia infatti non è una malattia, come potresti pensare, ma un cambiamento fisiologico a cui tutti noi andiamo incontro con il passare degli anni.

Se pensi che tu, o qualcuno dei tuoi cari stia iniziando a manifestare i sintomi della presbiopia, continuare a leggere questo articolo ti aiuterà a conoscere e riconoscere questa condizione e scoprire tutte le alternative oggi disponibili per far sì che questo piccolo imprevisto non ci cambi la vita.

sintomi della presbiopia

Che cos’è la presbiopia?

Come abbiamo già approfondito in questo articolo, la presbiopia non è una malattia ma una normale perdita di elasticità nel sistema di messa a fuoco. Più precisamente, a perdere elasticità è il cristallino, una lente naturale presente all’interno dell’occhio.

Se volessimo spiegare in poche parole quanto avviene all’interno dell’occhio di un presbite, lo possiamo quindi paragonare ad uno zoom che non riesce più a mettere a fuoco a distanza ravvicinata. Questo fatto, del tutto fisiologico, continuerà a modificarsi nell’arco di tutta la vita.

Anche se questo difetto della vista non può essere considerato una malattia è indubbiamente necessario tenerla sotto controllo e rivolgersi ad uno specialista della visione nel caso in cui ci accorgiamo dei primi sintomi della presbiopia.

Come si manifesta questo difetto visivo

Spesso, chi si rivolge all’oculista, all’optometrista o all’ottico, lo fa perché si accorge che i primi sintomi della presbiopia gli causano dei fastidi che, seppur lievi, peggiorano in parte la sua qualità della sua vita. Vediamo insieme quali sono i sintomi più comuni che lamentano la maggior parte delle persone che presentano la presbiopia:

  • Difficoltà a leggere caratteri molto piccoli
  • Necessità di allontanare il testo di lettura o l’oggetto che si sta osservando
  • Necessità di strizzare gli occhi per vedere meglio
  • Mal di testa
  • Fastidio/dolore nel bulbo oculare
  • Senso di nausea
  • Difficoltà a mantenere la concentrazione durante la lettura
  • Necessità di ingrandire i caratteri dello smartphone o del tablet
  • Difficoltà ad inserire il filo nella cruna dell’ago

Il presbite non riesce a mettere a fuoco le cose vicine (cioè da 20-30 cm fino ad arrivare a 50-60 cm) ma la sua visione da lontano rimane perfetta. Per questo motivo chi convive con la presbiopia ha difficoltà a leggere molte pagine di un libro scritto con dei piccoli caratteri o le mail sullo smartphone e/o sul computer.

Ti riconosci in alcuni di questi sintomi?

Scarica il test della vista da vicino per eseguire una prima autovalutazione

Scarica il PDF

Un interrogativo comune: come vede un presbite?

Ognuno di noi è unico ed è per questo non è possibile dare un’unica risposta. Il fatto che la presbiopia può accompagnarsi anche ad altre patologie come la miopia, l’ipermetropia e l’astigmatismo, amplia ancora di più le possibili risposte alla domanda “come vede un presbite”.

Questa condizione non penalizza allo stesso modo tutti i soggetti: i miopi ed i miopi-astigmatici infatti avvertono in maniera inferiore i disagi causati dalla presbiopia, mentre gli ipermetropi e gli ipermetropi-astigmatici sono coloro che riscontrano un maggiore peggioramento della qualità della propria vista.

come vede chi presenta i sintomi della presbiopia

Le cause della presbiopia

Come abbiamo già ripetuto, la presbiopia è dovuta alla fisiologica perdita di elasticità da parte del cristallino. Generalmente questo avviene a partire dai 40 anni indipendentemente dalla nostra professione o dai nostri hobbies.

Erroneamente c’è la credenza che i lavori di ufficio, o i lavori che in generale richiedono di trascorrere gran parte della giornata davanti ad uno schermo siano la causa di questo irrigidimento, in realtà gli schermi di computer e smartphone non sono causa della presbiopia, ma semplicemente richiedendo queste attività una maggior capacità visiva da una distanza molto ravvicinata fanno si che i sintomi della presbiopia si mostrino in anticipo. Al contrario, chi svolge attività lavorative all’aria aperta e usa poco gli occhi nella visione ravvicinata avverte qualche anno dopo i problemi ed i sintomi della presbiopia.

Si è notato comunque che esistono degli aspetti che hanno un lieve impatto sul manifestarsi dei primi sintomi della presbiopia, e sono:

  • Le condizioni di salute generali
  • Lo stress ed eventuali difetti visivi preesistenti all’insorgenza della presbiopia
  • Lo stile di vita (pare infatti che fumo, alcool e un’alimentazione scorretta anticipino di qualche anno il manifestarsi della presbiopia)

Vuoi saperne di più sulla presbiopia?

Scarica l'ebook

Tutte le possibilità per correggere efficacemente la presbiopia

Anche se non è una malattia, è importante monitorare la salute dei propri occhi in questa prima fase di cambiamento in cui iniziano a manifestarsi i sintomi della presbiopia. Il rischio di sottovalutare questa condizione produce un peggioramento superiore alla media statistica.

Chi non si affida all’aiuto di uno specialista spesso inciampa in questi errori:

  • Non è consapevole che i suoi occhi presentano difetti di diversa entità
  • Sceglie un occhiale con correzione non ottimale, o troppo forte (ipercorretto) o troppo debole (ipocorretto)
  • Si affida a occhiali da lettura premontati senza sapere se la propria distanza interpupillare rientra nella media
  • Utilizza l’occhiale in maniera scorretta, ad esempio usa occhiali da lettura monofocali per guardare la televisione

Si può compensare e correggere il difetto visivo dovuto alla presbiopia ma non è possibile correggerla in maniera definitiva. Gli esercizi di ginnastica oculare si sono infatti rivelati inefficienti e anche i metodi più invasivi, come la microchirurgia, non hanno dato risultati pienamente soddisfacenti.

Soffermiamoci un attimo a parlare di questi ultimi, molto cercati nel web. Gli interventi di microchirurgia oculare sono sostanzialmente di due tipi:

  1. Rimodellamento corneale tramite laser
  2. Impianto di cristallino artificiale multifocale

Purtroppo però, i contro di questi interventi superano i vantaggi, perché:

  • Come ogni tipo di chirurgia, sono interventi invasivi
  • Comportano rischi
  • Hanno effetti collaterali
  • I risultati ottenibili non sono pienamente soddisfacenti

È questo il motivo per cui attualmente solo alcune cliniche private propongono questo tipo di soluzione.

Senza rischi sono invece gli occhiali, tecnologia ormai matura, affidabile e non invasiva! Potrà sembrarti banale, ma l’occhiale è oggi l’unico mezzo che riesce a correggere e a compensare la presbiopia in modo eccellente, senza effetti collaterali ma dandoci un accessorio in più con cui giocare ed esprimere la nostra personalità. È forse anche per questo che nonostante l’esistenza di lenti a contatto multifocali in grado di correggere questo difetto visivo in gran parte dei casi, gli occhiali rimangono la soluzione preferita da molti che presentano i sintomi della presbiopia.

Fra le soluzioni che mi sento di consigliarti, compaiono:

Correggere la presbiopia con gli occhiali da vista

Occhiali monofocali

L’occhiale monofocale non permette la visione contemporanea del lontano o dell’intermedio ma corregge perfettamente ad una distanza prescelta. La distanza in cui la visuale risulta confortevole è tanto più limitata quanto più forte è il potere della lente. Le lenti monofocali non sono ottimali durante lo svolgimento di attività dinamiche, che richiedono di cambiare spesso la distanza di sguardo, ma possono essere utilizzati per leggere un libro prima di andare a dormire. Nonostante questi limiti infatti, gli occhiali monofocali esistono da quasi un millennio, questo perché ci sono casi in cui questi occhiali svolgono egregiamente il proprio dovere.

Un esempio di questa categoria di occhiali sono quelli “premontati”, che si trovano ormai ovunque, dal supermercato all’edicola. Questi ultimi tuttavia andrebbero usati solo in caso di emergenza, perché non sono pensati per specifiche esigenze di ognuno di noi e le lenti utilizzate sono di una qualità modesta, per questo a lungo andare potrebbero portare al peggioramento della presbiopia.

Occhiali multifocali

L’occhiale multifocale è la soluzione più comoda, e per questo più apprezzata, per trattare presbiopia. La caratteristica di queste lenti è che racchiudono al loro interno tutte le distanze a cui si guarda messe perfettamente a fuoco.
In questo modo, senza cambiare occhiali è possibile vedere confortevolmente:

  • Da lontano (guida, cinema, televisione, ecc.)
  • Da vicino (lettura, smartphone, cucito, ecc.)
  • E anche a distanza intermedia (computer, lavoro da scrivania, cucinare, ecc.)

Questa tipologia di occhiale presenta due zone funzionali, una per la visione da lontano ed una da vicino. Le due porzioni di lente sono unite da un settore di transizione, detto canale di progressione, in cui la potenza della lente cresce dall’alto verso il basso per arrivare al valore del potere da vicino. Il successo e la piena soddisfazione di questo tipo di correzione dipende dalle capacità del professionista, dalla qualità delle lenti utilizzate,dal modo in cui vengono centrate e montate nell’occhiale stesso.

Anche questi occhiali hanno dei limiti, seppur facilmente superabili:

  • Il confort della messa a fuoco non è ottimale da sdraiati, anche se si può ripristinare una soluzione ottimale poggiando la testa su un doppio cuscino.
  • Chi trascorre molto tempo al pc, è costretto a mantenere il capo in una posizione elevata che potrebbe risultare scomoda.

Occhiali da ufficio

Le lenti degressive vengono utilizzate in quei contesti dove la visuale è impegnata in distanze brevi e medie, come l’ufficio, e per questo infatti sono anche denominate “office”. A differenza degli occhiali con lenti progressive, che coprono tre distanze differenti, gli occhiali con lenti degressive si occupano solo della distanza da vicino e quella intermedia.
E per questo, diversamente dalle lenti multifocali, consentono di mantenere la testa in una posizione più confortevole.

Lenti a contatto multifocali come soluzione per la presbiopia

Anche se l’occhiale con lenti progressive rimane la scelta migliore per chi ha la presbiopia, sono in tanti a scegliere le lenti a contatto.
Le lenti a contatto multifocali sono sicuramente una valida alternativa, e vengono apprezzate soprattutto per i vantaggi estetici e funzionali che derivano dal loro utilizzo.

I vantaggi dell’uso di lenti a contatto per correggere la presbiopia sono diversi:

  • Consentono una visione panoramica, poiché il campo visivo laterale è senza limitazioni
  • A differenza degli occhiali, non pesano sul naso
  • Lasciano il vostro viso libero dagli occhiali (senso estetico soggettivo)
  • Non si appannano con il calore prodotto dallo sforzo fisico, sono ideali per fare sport dimenticandoci dei sintomi della presbiopia
Lenti a contatto per correggere la presbiopia

Se cerchi qualche informazione in più che metta a confronto i pro e i contro delle diverse tipologie di occhiali e delle lenti a contatto multifocali puoi trovarle sul nostro white paper “Occhiali e lenti a contatto per correggere la presbiopia”

Scarica il Whitepaper

Come scegliere la soluzione più adatta a te

Solitamente si associa il calo della vista alla vecchiaia, ma non è così! I primi sintomi della presbiopia si avvertono intorno ai 40-45 anni, età in cui molti di noi iniziano a vedere i primi successi personali e professionali, insomma, il momento in cui inizia la nostra vita da adulti.

Per questo non bisogna farsi abbattere da questo piccolo e del tutto naturale incidente di percorso che può essere la presbiopia, ma anzi, basterà affrontare la cosa nel modo giusto per continuare a vivere la propria vita come abbiamo sempre fatto, continuando a lavorare e praticare gli hobby di sempre.

Riconoscere i sintomi della presbiopia e accettare questa condizione è il primo passo per riuscire a compensarla in modo “corretto”, con tutti i vantaggi che ne conseguono, come:

  • Il recupero dell’autonomia visiva
  • Trovare la soluzione che più si adatta alla tua personalità e al tuo stile di vita
Presbiopia e stile di vita

Coniugare la presbiopia al proprio stile di vita

Ora che sappiamo che non è possibile fare nulla per evitare di diventare presbiti, possiamo cercare il modo di non diventare dei “presbiti infelici”! Gli strumenti disponibili oggi per correggere questo difetto fanno si che l’insorgenza della presbiopia non costringa più nessuno a modificare il proprio stile di vita.

Così come tutti abbiamo diverse paia di scarpe da indossare in base al contesto o dell’attività che intendete svolgere, uguale dovrebbe essere per gli occhiali. Basta saper scegliere gli occhiali per la presbiopia più adatti a noi, soprattutto in base al nostro stile di vita per acquistare nuovamente una vista nitida e precisa! Le diverse tipologie di lenti per occhiali (monofocali, degressive e progressive) fanno si che esiste un occhiale giusto per ogni attività.E per questo motivo, tutti quelli che hanno questo disturbo potrebbero trovare giovamento dall’uso di più occhiali durante l’arco della giornata.

La lente che consigliamo più spesso a chi deve acquistare il suo primo paio di occhiali per la presbiopia ed è affetto già da altri difetti visivi è quella progressiva. In questo modo sarà possibile correggere entrambi i difetti con un solo occhiale, inoltre scegliendone un paio fotocromatico, questo svolgerà anche la funzione di occhiale da sole quando andrete all’esterno.

Se la vista da lontano per te non è un problema, la scelta delle lenti dipende dalle attività che svolgi durante il giorno. Nel caso in cui il tuo lavoro richieda di trascorrere lunghi periodi davanti ad un monitor, la scelta migliore sono sicuramente un paio di occhiali con lenti degressive, che ti permetteranno di muovere lo sguardo agilmente dal pc alla scrivania. In alternativa, se la tua principale esigenza è la lettura, sarà sufficiente anche una lente monofocale, meglio se antiriflesso.

Mentre se nel tempo libero la tua passione è lo sport, la soluzione migliore sono sicuramente le lenti a contatto multifocali. Questa soluzione è ancora poco diffusa in Italia anche se le richieste sono in aumento. A differenza del passato, oggi anche le lenti a contatto sono in grado di correggere questo difetto visivo e a garantire un comfort ottimale, anche se in molti preferiscono usarle solo per brevi periodi di tempo e occasioni speciali. Rimangono tuttavia la soluzione ideale nel momento di praticare attività fisica perché non impediscono i movimenti e non si appannano come accade utilizzando gli occhiali.

Correggere la presbiopia: un’occasione in più per essere alla moda

Fino a non molto tempo fa, l’occhiale veniva visto come una protesi. Oggi per fortuna i tempi sono cambiati e questo utilissimo strumento è diventato un vero e proprio oggetto di design e accessorio alla moda, tanto da venire richiesto pure da persone che non hanno bisogno di correggere alcun difetto visivo! Pensateci bene: in qualsiasi momento l’occhiale si può mettere, si può togliere, si può cambiare.Attualmente l’occhiale è un accessorio che rispecchia lo stile, la moda, può essere elegante o sportivo a seconda dell’uso e del nostro gusto personale.

E per gli impegni più glamour è comunque sempre possibile fare affidamento sulle lenti a contatto, in grado di farci dimenticare dei sintomi della presbiopia e allo stesso tempo di lasciare il nostro sguardo libero di brillare. Non tutti trovano confortevole questa condizione, a questo proposito ci piace ricordare quanto raccontatoci da una nostra cliente:

“Per me le lenti a contatto sono come un tacco 12: in alcuni momenti sono perfette! Non le userei per leggere un intero libro o per stare tutto il giorno davanti al computer, ma in alcune situazioni sono il massimo! Mi sento a mio agio con me stessa e con gli altri….”

Qual è il tuo rapporto con la presbiopia?

Per esperienza, sappiamo che potremmo suddividere tutti quelli che stanno leggendo questo articolo in due gruppi, i “presbiti consolidati” e i “giovani presbiti”. Fare questa divisione ci è di aiuto per riuscire ad identificare le esigenze e le aspettative di chi abbiamo di fronte.

Quello che accomuna i “Presbiti Consolidati” è:

  • L’accettazione della propria situazione, con cui convive da tempo
  • L’aver già provato diverse soluzioni, che tuttavia non sono riuscite a risolvere in maniera soddisfacente il suo problema

Diversamente, i “Giovani Presbiti” sono persone che hanno da poco iniziato a notare dei cambiamenti nei propri occhi e gli altri sintomi della presbiopia, e per questo:

  • Devono ancora prendere confidenza con questa nuova situazione
  • Hanno bisogno di essere guidati nella scoperta di tutte le soluzioni disponibili e nella scelta di quella più adatta alle proprie esigenze

E tu, in quale di queste due categorie ti riconosci?

Cosa fa l’Istituto Ottico Ciaroni per aiutarti

Il nostro Istituto Ottico può aiutarti a trovare la soluzione ideale al tuo problema basata sulle tue esigenze esclusive. Da anni il nostro team si confronta con situazioni sempre differenti tra cui compaiono sia le richieste di giovani che si rivolgono a noi allarmati dai primi sintomi della presbiopia, sia quelle di persone che stanno provando da tempo a cercare una soluzione a questo problema in grado di meglio coniugarsi con il proprio stile di vita.

Se stai cercando l’aiuto di un professionista per trovare la soluzione più adatta a te, prenota un appuntamento presso l’Istituto Ottico Ciaroni per essere seguito dai nostri esperti, dal momento dell’identificazione della presbiopia fino alla scelta delle lenti più adatte.

Prenota la tua visita

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi Cookies Policy

Chiudi